Tag

, , , , ,

Mi piace pensare che Malastrana vhs sia nato una notte che in tv non c’era nulla da guardare, a parte, su un infimo canale, il meraviglioso Satan’s Cheerleaders di Greydon Clark. Sulle reti maggiori Marzullo e la stessa ridondante domanda kubrickiana, Costanzo state boni, e tante visioni che già dimentichi al mattino, compresa una giovane Ambra insidiata da un diavoletto nabokoviano, materiale troppo pedo vintage anche per farsi una sega concilia sonno. Ma su rete tanta fortuna c’erano Le ragazze di Satana con la fotografia da brutto tv movie, con la sfortuna di vederlo già iniziato e il mistero di cosa fosse, con le scene pateticamente telefonate e il seno a fare a capolino, ma per questo, per quelle strade assurde del Signore che non riesci a capire (d’altronde il Dio è lui) così ipnotiche e sublimi, la visione era estasiante.

Ecco Malastrana vhs è una visione già iniziata, scalcagnata, un film che le reti maggiori snobbano, ma che puoi trovare, rigorosamente già iniziato, su una rete popolare, sia la varesina Rete 55 che la ligure Telecittà che la “jamm bell guaglio'” Rete vomero. Film dimenticati, accumulati per la maggior parte da uscite antiche in vhs (e molte volte neppure quelle) che possono sfoggiare, come nel caso di Indiziato di assassinio, star come Kevin Costner in un’età di sciagurata impopolarità. Eppure queste sono le visioni che da piccolo mi facevano stare alzato per vedermi il 31 Dicembre ad ore impossibili Creepshow di Romero con mio padre “dio quanto mi manca” vicino, o beccare, paura a mille, su canali morti da secoli il Phantasm di Coscarelli alle 2 del pomeriggio. Ora noi ci accingiamo al secondo mese di vita e ogni giorno abbiamo riscontri di quanto il nostro progetto, nel nostro piccolo, un po’ come le reti scalcagnate che parlavamo, vi piaccia. Sul nostro Facebook abbiamo avuto da 200 persone la crescita a più di mille, e questo, credetemi, ci fa un piacere estremo, perchè scaviamo e cerchiamo capolavori sommersi solo per voi. Malastrana vhs ha preso il nome da un progetto più ampio, Malastrana, una fanzine pensata su carta in un mondo che va a byte, un’altra idea estremamente demodè che continua a stuzzicare il mio olfatto di carta e inchiostro. Malastrana numero 1 è in stand by da un anno circa colpa computer rotti e stampatori spariti da un giorno all’altro, ma è il destino di chi non può permettersi di pagare i propri collaboratori. D’altronde ho fatto due figli bilancini proprio perchè concepiti a Gennaio il mese più freddo per chi non ha i riscaldamenti, come mi ha fatto notare l’amico Davide Viganò. Malastrana fanzine uscirà malgrado gli impedimenti e sono in progetto le bozze dei primi 10 numeri, inutile dirvi quando perchè siamo sicuri sarà sempre un quando più lontano, ma è importante sapere che comunque anche in questa dimensione ci siamo. Malastrana fanzine affronterà non un mondo vhs, ma un mondo altrettanto sommerso, i film sulla boxe meno conosciuti, il porno autoriale, i capolavori di registi mai usciti e ancora attesi, tutto in 20 pagine e poco più, ma, come commentò un lettore del piccolo numero 0, “estramente intenso”. Lo spero. In questo percorso da Malastrana a Malastrana vhs molti amici si sono aggiunti ed altri invece si sono mimetizzati con essi, assumendo la forma carpenteriana dell’amico tutto pacche sulla spalle e risate. Qualcuno ha cercato di confondere le acque cambiando il nome del suo blog in un nome simile al nostro, noi abbiamo storto il naso ma accettato, tanto c’è spazio per tutti, l’importante è che si parli di cinema. Solo che quel qualcuno, il leopardino spennacchiato in procinto di saltare verso l’infinito, ha deciso che questo non bastava, ha  deciso che il nostro Malastrana vhs è troppo popolano per i gusti radical chic del suo blog e, dal tramonto all’alba, si è trasformato in un vampiro cercando, come il suo Don Chisciotte, di combattere contro mulini a vento, ovvero noi. Ma noi di Malastrana sappiamo incassare bene ogni colpo assestato e abbiamo superato donne voraci e balene mendaci, quindi siamo pronti a combattere in attesa del prossimo gong. Ora siamo meno, ma credo migliori, spero che questo mese le nostre recensioni vi colpiranno più del precedente e così mese per mese. Perchè ricordatelo, amici lettori, noi esistiamo per voi e solo per voi. E ora basta con la masturbazione e buona lettura.

Andrea Lanza