Tag

“Un Uomo Solo Armato. Un nuovo tipo di soldato in un nuovo tipo di guerra.” [Frase di lancio Video] [Australia]

 

“Quando tutti sono rimasti vittime .. E’ l’unica speranza che hanno.”

 

“In guerra si deve uccidere per rimanere in vita … per le strade di New York, è spesso la stessa cosa.”

 

“The Exterminator … Un uomo spinto all’esasperazione.”

 

“Se stai mentendo, torno …”

 

Frasi di lancio originali del film

vlcsnap-2010-08-01-12h58m47s5

 Agente della CIA Shaw/Patrick Farrelly :-“ Questo “Exterminator” è il serial killer più pericoloso negli Stati Uniti ed è a New York City! Ora, cosa ne pensi di tutto questo?”

Detective James Dalton/Christopher George :-“ Penso che avete bisogno di prenderlo nel culo. Già ve lo ha messo dietro che vi sta arrivando in bocca.”

Teppista :- “Quello non era altro che un negro.”

Marty/Ned Eisenberg :- “Mi dispiace per questa mattina’, va bene? Voglio dire, non ho fatto niente a * te * Stronzo! Merda, quel ragazzo, era solo un negro!”

John Eastland/Robert Ginty :-“ Quel * negro * era il mio migliore amico, figlio di puttana!”

[Spara in testa a Marty]

John Eastland :- “Se stai mentendo, tornerò.”

vlcsnap-2010-08-01-12h54m18s130

Exterminator” si apre con una sequenza di titoli dalla bellezza inaudita, una panoramica aerea dei sempre straordinari grattacieli di Manhattan immersi in una leggera nebbia, e sottolineata da una splendida canzone di Roger Bowling. Il film racconta la storia di John Eastland (Ginty), un veterano del Vietnam che lavora sulle banchine di New York nel distretto di imballaggio della carne. Quando era in ‘Nam , Vide alcuni alcuni compagni uccisi in maniera scioccante e uno di loro tra l’altro decapitato con il machete da un Viet, ma ma non del tutto tant’è che la testa gli rimane penzolante da un lato come se fosse attaccata per una cerniera, scioccandolo per sempre. Questo ha ovviamente lasciato su di lui questo fortissimo trauma, benissimo reso dalla splendida colonna sonora e dagli effetti di un giovane Stan Winston. Così, quando il suo amico come lui reduce del ‘Nam (il grande Steve James dei film di “American Ninja”che qui tanto apprezziamo) rimane paralizzato in un assalto brutale da parte di un gang di teppisti (che gli piantano un rastrello da giardino a tre punte nella spina dorsale rompendogliela bene bene e lasciandolo tetraplegico) psicotici e drogati noti come “The Ghetto Ghouls”, Eastland scatta, afferra la sua fiamma ossidrica e comincia a massacrare chiunque che indossi i colori e i giubbotti della gang. In prima battuta quelli che scopre, li lega così permettendo ad alcuni ratti degli allora abbandonati isolati del South Bronx di masticare via i loro volti. Altri della gang vengono letteralmente spazzati via in un uragano di armi da fuoco o finiscono falla griglia nelle loro auto in fiamme in una splendida scena notturna d’azione a Central Park. Poi invia una lettera alla stampa, in cui si fa chiamare “The Exterminator” e fa sapere a tutti che sarà lui a spazzare via la feccia dalle strade di New York City per i prossimi 90 minuti o giù di lì.

vlcsnap-2010-08-01-13h11m23s141

Successivamente, egli rivolge la sua attenzione ad un boss mafioso anche qui a là John Gotti style (che ha per feticcio personale uno strano fumetto) che gestisce le banchine ed estorce da lui così tanto denaro, affinchè la moglie del suo amico Michael e i bambini possano mangiare per i prossimi 100 anni o giù di lì. Egli lega quindi il “John” sopra ad una gigantesca macchina per tritare la carne, agganciato con delle catene a dondolare sopra di questo tritacarne industriale, e chiedendogli la combinazione della propria cassaforte. Il mafioso gliela rivela ed Exterminator chiede: “C’è qualcos’altro che dovrei sapere?” Il tizio dice di no, ed Exterminator va a raccogliere il futuro fondo pensione del suo amico. MA il boss mafioso non ha detto a Exterminator del suo sanguinario cane da guardia, e assalito appena entrato nella villa, riesce a colpire a morte il cane con un coltello elettrico; una volta che Exterminator torna indietro lascia cadere il boss mafioso nel tritacarne industriale, trasformandolo in Hamburger così come precedentemente soltanto in “Arma da taglio”(Prime Cut)(’72) di Michael Ritchie, un uomo veniva analogamente trasformato in salsicce.

vlcsnap-2010-08-01-13h31m29s119

 Intanto il poliziotto Christopher (“Paura nella città dei morti viventi” [’80] di Lucio Fulci) George in cerca di romanticismo dalla Dr. Samantha (“The Brood” [’78] di David Cronenberg) Eggar portandola a concerti jazz e facendo con lei l’amore un letto di ospedale, sta contemporaneamente cercando di portare “The Exterminator” allo scoperto e alla giustizia. Apprendiamo anche che i federali sono dopo di lui sulla preda anche perché “è un anno di elezioni” e non vogliono che Exterminator scuoti troppo la barca con negative riflessioni sul voto.

Una notte Exterminator raccoglie una prostituta e lei gli mostra il suo seno mutilato. Le chiede come mai le sue tette aspetto di una coscia di manzo marchiata e lei gli dice che alcuni “in originale allevatori di polli” (leggi: Molestatori di bambini!) Volevano farla partecipare a una delle loro orge di malati e lei gli ha detto di no in malo modo (lei chiaramente non ha neppure mai fatto la hostess per il Ranch di Neverland.) Così andarono per la 42a a cercarla di nuovo per una cura ai suoi seni a base di saldatore. Exterminator gli dice allora: “Nessuno potrà mai farti del male di nuovo!”

vlcsnap-2010-08-01-13h13m42s247

Credo che si possa immaginare cosa succederà dopo. Certo che lo sappiamo già, ma è per come esso è realizzato. Exterminator inizia una selezione di pervertiti a tiro e pedofili ai quali spara all’inguine con le pallottole dum -dum riempite di mercurio che aveva costruito. Peccato che l’FBI come al solito voglia solamente ucciderlo e chiudere la “pratica” sparando ad Exterminator e Christopher George con armi di grosso calibro. Fortunatamente per il pubblico cinematografico e televisivo americano per cui questo film diventò un vero e proprio “Cult of Midnight” degli eighties, Exterminator indossava un giubbotto antiproiettile, di fatto ponendo le basi per “Exterminator 2”, nello splendido e famoso finale sottolineato dalla superlativa “Theme for an American Hero” di Chip Taylor.

vlcsnap-2010-08-01-13h20m47s145

Ginty, prematuramente scomparso, nel ruolo del protagonista è superlativo. Egli sicuramente non sembra, agisce o ha l’aspetto di una star del cinema, ma questa faccia da vero lavoratore come d’altronde egli è nel nel ruolo, è la sua forza. Sembra un ragazzo normale che rende la sua trasformazione da scontento reduce del Vietnam a una sorta di Charles Bronson Jr. del tutto credibile. Chi altro potrebbe rendere convincenti battute di dialogo come “E quel negro come lo chiami tu era il mio migliore amico, figlio di puttana!” Con una tale convinzione appassionata? George e Eggar sono del resto bravi nei loro ruoli, ma i loro personaggi sono completamente inutili alla trama e servono solo come una pausa dall’azione per dare al pubblico la possibilità di riprendere fiato (o di assistere alla probabile dipartita del personaggio di Christopher George), dopo tutto il caos e la direzione “cattiva”di un James (“Un Poliziotto in Blu-jeans”[1988]) Glickenhaus in stato di grazia come non mai e pienamente in controllo su di tutto come sui loro caratteri. Il film fornisce anche un documento del tempo di come era allora la 42a strada di New York, che all’epoca era la vera e propria capitale del vizio e del sesso nel mondo.

vlcsnap-2010-08-01-13h08m22s124

Di tutti i”Death Wish/Giustiziere della notte” o altri titoli un po’ fregatura che siano stati prodotti a centinaia nel filone, questo è al livello di “Rolling Thunder” (1977) di John Flynnche abbiamo anche qui affrontato, e uno dei migliori, se non il, migliore. Anche il più esigente appassionato di exploitation e di generi non potrà che metterlo nel proprio Pantheon personale(come in particolare per la indimenticabile sequenza della macchina macina carne). Gli effetti come detto di un giovane Stan Winston pre-”Terminator” sono incredibili e la decapitazione che apre il film è una delle migliori e più scioccanti che si possano mai vedere sul grande schermo. Va preso atto, tuttavia, che, nonostante la giustamente famosa locandina originale del film, “The Exterminator” NON uccide nessuno con il suo fidato lanciafiamme, in questo film. Che ha dovuto attendere per il suo utilizzo fino ad “Exterminator 2” (in Italia assurdamente intitolato “Dominator”, e ancora con Ginty), che è uscito quattro anni dopo. Una versione unrated di “The Exterminator” di 103 min. in dvd e che possiedo, è stata rilasciata per prima dalla Anchor Bay Entertainment nel lontano 1999.

vlcsnap-2010-08-01-13h00m54s243

 L’originale uscita cinematografica in Gran Bretagna è stata scorciata di 44 secondi con le modifiche alla scena della decapitazione, l’accoltellamento di Michael e una scena in cui viene torturata una prostituta con un saldatore. Le versioni video sono state tagliate di 3m. 38 sec. con ulteriori tagli rispetto alla versione cinematografica, le modifiche e dei tagli aggiuntivi per rallentare le riprese di scene di uccisioni in Vietnam e la rimozione di una intera sequenza in cui John si costruisce delle pallottole dum-dum riempite di mercurio. Il DVD della Synergy uscito nel Regno Unito nel 2000, è stato trattato con molta più indulgenza ed è stato tagliato di solo 22 sec, con la decapitazione di apertura e la tortura della prostituta ancora modificate. Il film è stato finalmente pubblicato completamente uncut nel Regno Unito dalla BBFC nel 2004, dal momento che le scene incriminate non sono più state giudicate dannose entro gli standard del 2004.

 

La versione finlandese in VHS è stata tagliata più di 10 minuti, che comprendono:

 

La famosa e scioccante scena della decapitazione (in seguito nel film, un ultra-veloce scorcio di questa scena è mostrato uncut in un flashback). 2. Il vietcong si ripulisce il machete ai piedi del corpo a piedi dal corpo tronco sanguinante. 3. Un soldato vietnamita cerca di togliersi un filo d’acciaio dalla sua gola sanguinante. 4. Michael uccide un soldato vienamita. 5. Un soldato vietnamita arde in fiamme. 6. Il soldato vietnamita corre in fiamme verso l’acqua. 7. Una ripresa di Ginty che osserva il capo dei ‘Nam che è in acqua (in seguito nel film, questa inquadratura è presentata da un angolo ancora più grafico in un flashback, completamente tagliato!). 8. I ” TheGhetto Ghouls” pestano a sangue Michael (quasi completamente tagliata, tutto il reale pestaggio è stato cancellato).

vlcsnap-2010-08-01-13h35m47s181

 Colonna sonora:

“Its’Heal”

Scritta da Byron Hill e Mike Reid

Prodotta da Byron Hill

Cantata da Roger Bowling

 

 

“Disco Inferno”

Scritta da Leroy Green (come Leroy Gree) e Ron Kersey (con il nome Ron (Have Mercy) Kersey)

Cantata da The Trammps

Concessa su licenza della Atlantic Recording Corporation

 

 

Fool Friday NIght”

Scritta e cantata da Roger Bowling

 

 

“Kali Au”

Scritta da Chuck Loeb

Eseguita dal Stan Getz Ensemble

 

 

“Theme for an American Hero”

Scritta e cantata da Chip Taylor

Note:

La versione norvegese è tagliata nella scena iniziale della decapitazione e quando Michael Jefferson è violentemente pestato dai teppisti.

Come menzionato nella biografia di Craig Hamrick l’attore Louis Edmonds (Big Lou), Edmonds ha un minuto di cameo come un capo della CIA in questo film.

Al fine di ottenere la raccapricciante decapitazione nella scena del Vietnam, un intero corpo animato con espressioni facciali grafiche venne costruito.

Al momento della sua uscita, il film è stato perseguitato dalle polemiche, così come dai censori che pensavano fosse troppo violento, ragion per cui vennero tagliati via molti minuti. Alcuni paesi non consentirono l’uscita del film in quanto i cattivi alla fine non erano assicurati alla giustizia, mentre volevano che alla fine la giustizia trionfasse, per far capire al pubblico che “il crimine non paga”.

Alle convention, Irwin Keyes ha detto che ha interpretato lo stesso personaggio in entrambi i film d “The Exterminator”. Questo nonostante il fatto che il suo personaggio venisse ucciso nel primo film.

Dalton il poliziotto trova una copia della Anarchist Cookbook nell’appartamento di Eastland.

Un romanzo di Peter McCurtin basato sul film aveva già scritto sopra due serie su di un vigilante e la cui prosa era ripresa fin dal titolo, i quali furono rispettivamente, “Marks e “Assassins” scritti negli anni settanta, è che vennero ripubblicati per l’uscita di questa pellicola.

Joseph Bottoms è stato originariamente lanciato nel ruolo di John Eastland, ma il suo agente chiese troppi soldi e Bottoms è stato successivamente eliminato dal progetto.

La sequenza in Vietnam costò 400.000 dollari , che era di circa il 20% del bilancio totale del film.

Steve James originariamente aveva letto le sue battute per la piccola parte del barista. Ma Glickenhaus era così impressionato dalla sua lettura che lo ha ingaggiato per la parte di Michael.

Nel film è presente non accreditato in una breve apparizione, un giovane Samuel L. Jackson.

Napoleone Wilson

The exterminator

Anno: 1980

Regia:    James Glickenhaus

Cast: Samantha Eggar, Christopher George, Robert Ginty, Steve James, Tony DiBenedetto, Dick Boccelli, Patrick Farrelly, Michele Harrell, David Lipman, Cindy Wilks, Dennis Boutsikaris, Roger Grimsby, Judy Licht, Stan Getz, George Cheung, Phil Chong, Bill Saito, Kenny Endoso, John Halik, Kirk Dangler, Clay Wright, Paul G. Hensler

Durata: 102 min.

exterminator_ver1_xlg

THE-EXTERMINATOR