Tag

, , , , , ,

Quando muori diventi subito una brava persona, oggi va di modo dire: “Era burbero,ma in fondo buono”. Cioè in vita eri una insopportabile testa di cazzo, poi da cadavere sei migliorato. Capita con la gente comune, non vedo perchè non possa succedere anche con i registi. Per cui eccomi qui a scrivere un “ricordo” di un “maestro” del cinema che ci ha lasciati: Bigas Luna. Non avendo trovato nulla su youtube, qualcosa in spagnolo, ma non Bambola e Uova D’Oro, ho deciso di optare per un ricordo personale. Ora Luna non mi piace per nulla, alla base non credo nel cinema erotico, anzi reputo il sesso nei film qualcosa di assolutamente ridicolo se non fatto davvero. Quindi meglio la pornografia, infatti un Silvio Bandinelli con i suoi film di chiara matrice politica e di sinistra è meglio di tutti questi maestri dell’erotismo messi insieme.

Il sesso recitato è ridicolo, pose assurde, gridolini beduini, poi se qualcuno ha anche la pensata di imbastire un film serio e impegnato su queste cose ,siamo davvero nel modo del ridicolo assoluto.

marini-bambola-1996

Quindi,caro Bigas di te rammento Le età di Lulù ,un filmetto orribile tratto da un romanzetto cretino, e questa Bambola. Certo avrai fatto anche ottimi film, sfuggono alla memoria collettiva,ma sicuramente li avrai fatti.

Nel 1996 avevo 20 anni esatti, era estate e stavo a casa da solo. Mi ero diplomato dopo tante peripizie,una vacanza a Riccione,avevo visto a Sonoria un sacco di band metal e Nick Cave, poi sarebbero arrivati anche i Sex Pistols. Avevo 20 anni.

Un giorno un mio amico mi disse di noleggiare due film: Monella di Brass e Bambola di Luna. Ecco,come invecchiano male i maestri. Come si perdono in operazioni davvero non degne del loro nome, o che forse dopo una sbronza critica collettiva mostrano le reali potenzialità .

bigas_luna_valeria_marini_fotogramma2_1

Bambola ha avuto pure una presentazione al Festival di Venezia e segnava il debutto di Valeria Marini al cinema. D’autore qualcuno disse e io bestemmiai violentemente.

Nondimeno ricordo quella sera, con il mio amico, come di una delle migliori della mia vita. Quante risate, quanta allegria, con la forza tipica di chi ancora può permettersi di essere giovane senza risultare ridicolo, (come i ragazzi  e ragazze di 40-50 anni), è quindi lovvo tanto BAMBOLA per questo motivo.

Un film assolutamente oltre la bruttezza, una sagra della recitazione pessima che diventa poesia, naif,corto circuito di intelligenze e mezzi, come azzerare secoli di cinema e epoche di recitazione in sole 90 minuti. Con alcune piccole e preziosissime allucinanti, allucinogene, oscene e aberranti piccole presenza come quella di Anita Ekberg, che ci regala una morte esplosiva e Antonio Iurio, solitamente assai valido, nella parte del pacioso Ugo che trova la morte perchè vuol difendere l’onore di Bambola dal truce Settimio. Il quale poi a seguito di uno stupro di gruppo in carcere scopre che “Ehi,ma io sono omosessuale!” e così lascia stare la Valeriona Nazionale per dedicarsi al fratello Flavio,omosessuale. Però in carcere c’è un tipino fine di nome Furio, il quale già dal nome ti fa capire che non è un tipo tranquillo, e infatti la svolta decisiva arriva grazie a lui:mazzate al gay, (ma si dai,evviva il progresso e la comprensione),e via di violenza contro la donna, (la quale essendo donna  chiaramente si innamora del suo violentatore, una bassezza squallida e disarmante davvero poco sopportabile e credibile), insomma tutto il film è sto tiramolla tra  Furio sempre più violento e manesco e i due. Non so cosa si vorrebbe mostrare con questo attentato al cinema,superato solo da Senso 45 e forse no. L’incontrollabile potenza dei sensi,il fascino per il lato animalesco della passione, la seduzione della violenza, non so. So però che ho riso moltissimo di questa pellicola.

v200710271757260083729.flv

Alla fine applaudiamo Flavio che uccide a fucilate Furio e vola verso la Spagna con Settimio così quando arriva Zapatero si sposeranno.

Per il resto, esattamente come per l’Età di Lulu, un film pessimo in modo estremo ed hardcore. Indifendibile dal punto di vista della storia e sceneggiatura,allucinante per come è fatto.

Ecco Bigas ti ricordo così:certo il tuo film è stato un supplizio,ma io ricordo con estremo affetto quel giorno.Uno dei giorni più allegri della mia vita. E donare allegria,spensieratezza,è forse il più bel regalo che si possa fare agli altri

Grazie per questo Bigas!

Davide Viganò

Bambola

Titolo originale: Bámbola

Dati: Anno: 1996

Regia: Bigas Luna

Cast: Valeria Marini, Stefano Dionisi, Jorge Perugorría, Manuel Bandera, Anita Ekberg, Jorge Perugorría, Bruna Bossi

Durata: 110 min.

Bambola Marini showimg2.cgi bambola

 3 bambola2