Tag

, , , , , , , , , , , ,

Come ho già detto in qualche precedente recensione, gli anni 80 sono stati gli anni più belli per quanto riguarda l’horror e soprattutto lo splatter. Tanto è vero che quando sono sul divano di casa mia a godermi uno di questi film, puntualmente penso a quanto sarebbe stato bello aver avuto 15 anni nel 1980, e vedermi quindi qualunque dei miei film preferiti di sempre, alla loro uscita. Chi non avrebbe voluto? Thrash metal, Hardcore punk e film splatter, grandioso! La chiamavano “ the golden age of gore “ su una vecchia rivista di make up horror che conservo gelosamente… però, molte volte la parola splatter o anche horror, viene quasi sempre associata a un tipo di fare cinema distratto, senza regole, in cui vige solo l’assurdità, la povertà di idee e a volte anche il plagio.

71157224

Non è assolutamente il caso del film di cui vi sto per parlare: “ Soprannaturale “ del regista argentino Camilo Vila (titolo originale THE UNHOLY). In questa pellicola, girata ottimamente da un ex stuntmen cubano, si ha l’impressione di osservare una regia del tutto americana. Assistiamo quindi a un film davvero ben diretto, curato e soprattutto ottimamente recitato, che nulla avrebbe da invidiare a prodotti di matrice Hollywoodiana. Ma passiamo alla storia (scritta da Philip Yordan e Fernando Fonseca) di questo horror “milenovecentottantottiano” dal buono, anzi ottimo budget. Il prologo inziale vede un prete, di nome Dennis, inginocchiato davanti all’altare di una chiesa apparentemente vuota, senza fedeli. E’ impaurito, e prega di non morire. Ad un tratto vediamo manifestarsi sull’altare, la figura di una donna dai capelli rossi e non c’è alcun dubbio: è il diavolo.

vlcsnap2010032915h48m09 La donna (interpretata da una bella roscia dal pelo niente male) seduce il prete, che, caduto in tentazione da quella figura diabolica seminuda, viene orribilmente sfigurato e ucciso. Ci ritroviamo tempo dopo in un appartamento, dove un altro prete di nome Michael viene gettato dal 17° piano da un giovane che aveva tentato di salvare, intento a suicidarsi, rivelatosi poi il demonio dell’inizio. Colpo di scena : padre Michael è sopravvissuto inspiegabilmente alla caduta, e viene assunto da un prete cieco e da un arcivescovo come prete custode e reggente della chiesa in cui il precedente Padre Dennis è stato ucciso. Dopo svariati eventi soprannaturali (come il titolo del film) si scopre che in quella chiesa è annidato un Demone millenario, che uccide chiunque si trovi nell’atto del peccare. Padre Michael, vittima di ogni tipo di allucinazione diabolica, si ritrova quindi ad ospitare nella chiesa una ragazza di nome Millie, fidanzata con l’ organizzatore di serate sadico-sataniche (una specie di billy Idol ossigenato) al quale, in preda ad una possessione diabolica ha tentato di cavare gli occhi.

24xm5b4

Chiunque è sospettato degli omicidi che si susseguono a catena durante il film, viene atrocemente ucciso. Padre Michael quindi, scoperta la verità dall’arcivescovo e dal prete cieco, si prepara ad affrontare il demone, che si manifesta in tutta la sua bruttezza all’interno della chiesa.
Parliamoci chiaro, questo “soprannaturale” è davvero un bel film. Come ho già detto, girato e recitato molto bene da attori abbastanza professionisti, tra cui spicca Ned Beatty (Superman I e II, Riposseduta) qui nei panni del tenente Stern, ma anche il protagonista Ben Cross nelle vesti di padre Michael, ci offre un’ ottima prova recitativa. Questa pellicola può ricordare molto quei film del genere “Chiesa contro il male” del tipo L’esorcista e affini, ma anche “Sentinel” di Michael Winner ( “ Occhio “ al finale! ) in cui le forze del bene rappresentate dalla chiesa e i suoi emissari combattono le forze del male, rappresentate come entità o addirittura vere e proprie creature diaboliche. Il sangue in questo film scorre a fiumi, cosa strana per un film “serio” e ad alto budget come questo…ricordo particolarmente un tizio che vomita litri e litri infiniti di sangue e materia organica, oppure un altro tipo sventrato e con budella e organi appesi, inchiodato a testa in giù ad una croce.

10em2b7.jpg

Insomma, gli effetti splatter sono ottimi, ci si diverte. Particolare merito infatti va a Bob Keen per aver creato il mostruoso demone linguacciuto in animatronics, che possiamo vedere nel finale. Devo dire che questo film probabilmente piacerebbe molto ad un ascoltatore di musica Black Metal, che, ovviamente tiferebbe per il demonio. Forse l’unico punto debole di questo film è la flebile lentezza con cui vengono narrati gli eventi. Una lentezza però non troppo rilevante, in quanto giustificata dall’incedere della storia e dei particolari che vengono fuori man mano che seguiamo la vicenda. Il plot è altresì un po’ confuso e alcune cose non ci vengono purtroppo spiegate, ma il film scorre ed è godibile. A mio avviso questa pellicola merita, anche perché Camilo Vila riesce ad abbracciare tre tipi di cinema del brivido e di tensione che amiamo tutti: il thriller, l’horror e lo splatter. Sembra però che del nostro regista argentino abbiamo solo “Soprannaturale” come film bello e/o decente, dato che documentandomi ho scoperto che per il resto della sua carriera ha girato solo serie tv da pochi episodi oppure commediacce o brutti film d’azione da prendere poco, se non per nulla, in considerazione (io li chiamo film da Autogrill). Si parla quindi e sempre di cinema underground, quindi non troverete questo film al distributore dvd dietro l’angolo insieme a “una settimana da Dio” o la quinta serie di “ Settimo Cielo “ .

vlcsnap2010032915h48m36

“Soprannaturale” o “Sovrannaturale” potete trovarlo come al solito in supporto VHS sotto etichetta Vivivideo (la stessa di L’angoscia di Bigas Luna o La cosa degli abissi) ad un prezzo abbastanza accessibile. Naturalmente chi però non è interessato al vintage (ormai siamo arrivati anche a questo) della videocassetta, può cercare in rete il film in italiano, in un discreto DVDmux, per la precisione qualità video da DVD e qualità audio da VHS…ma guardiamoci in faccia, ce li vedremmo anche in qualità di cacca questi film…!! O almeno io! L’ultimo film (decente) che ricordo, con un prete protagonista contro il male, è stato il divertente “ El dia de la bestia “ di Alex de la Iglesia, che non so perché e per quale particolare motivo mi ricordi molto questo film. Chi non ha visto né l’uno né l’altro o solo l’uno o solo l’altro, è ovviamente pregato di vederli entrambi. Hail Satan!

Danny Bellone

Titolo originale : The Unholy

Regia : Camilo Vila

Interpreti : Ben Cross, Ned Beatty, Hal Holbrook

Anno : 1988

Durata: 90 min.

Vhs: VIVIVIDEO (VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI)

soprannaturale- Unholy GZ 2 img0001gy unholy