Tag

, , , , , , , , ,

Extrasensorial” fu una produzione italo tedesca del regista di “L’Anticristo” , meglio ricordata con il titolo anglofono per il mercato internazionale, “Blood Link” .  Per molti fan ha anticipato il cronenberghiano“Inseparabili” (Dead Ringers), ma la cosa è abbastanza dubbiosa. Comunque, Moriarty che abbiamo appena ritrovato anche qui grazie ai film di Larry Cohen, interpreta molto bene i due ruoli nella storia, un medico – un ex gemello siamese – che ha un legame psichico con il fratello identico, ora in Germania a commettere omicidi. Dopo aver avuto una serie di visioni omicide di suo fratello a commettere i più orribili dei crimini – tra cui l’omicidio di una formosa prostituta – convince la sua splendida e innamorata compagna statunitense a lasciarlo andare in Europa per rintracciare il suo malvagio gemello.

extrasensorial20110320122


Una volta ad Amburgo, egli è naturalmente scambiato per il fratello. La trama del film si arresta da lì, con Moriarty che fa amicizia – poi va a letto, è ovvio è un film – con una donna che stava cercando di uccidere il fratello, per vendicarsi del l’omicidio di suo padre. (Cameron Mitchell ci offre qui davvero una grande prestazione, come suo padre, un anziano ex pugile, che il malvagio Moriarty sadicamente picchia nel corso di un incontro all’aperto, fino ad ucciderlo, in quella che è la sequenza migliore dell’intero film). Moriarty fa un grande lavoro interpretando Craig Manning il personaggio buono e timido e il cattivo ed estroverso della storia, anche se non merita addirittura il credito al solito millantato dall’incantatore De Martino di aver gettato le basi e impostato con il suo doppio personaggio quello che sarebbe stato il massimo rendimento del personaggio di due gemelli maschi: ovvero quello di Jeremy Irons in “Inseparabili”(Dead Ringers)(1988)di David Cronenberg.

extrasensorial2011032022

Come in quel film, il nostro protagonista deve agire praticamente contro se stesso. Ma “Blood Link” a differenza del bel film canadese offre una storia lenta. Secondo De Martino riveste una grazia salvifica l’avere imbottito il film di una pletora di donne nude sia che incontrino il buono o il cattivo Moriarty per andarci a letto, il che è piuttosto improbabile. Ogni attraente personaggio femminile diventa una scena di nudo. Ennio Morricone però ci offre ancora una sua bella colonna sonora. Talmente bella che fa non poco per sollevare le sorti della pellicola al di sopra del livello medio dei prodotti di genere italiano di quel periodo. Il film ha i suoi seguaci tra i quali mi posso almeno in parte annoverare, ma la maggior parte dei fan dell’horror non lo ha nemmeno mai visto, a meno che non si imbattano in un una copia della vecchia vhs da nolo addirittura della Penta Video, etichetta che certo non può annoverare tra i suoi titoli molti film di genere e soprattutto, di “questo”, genere.

extrasensorial201103201

O che cercandolo per il download trovino il file di una rara registrazione non tagliata da uno dei suoi pochi passaggi televisivi. Nessun gusto ci può essere nel vedere un film simile in una versione tagliata. E comunque anche se “Extrasensorial” è stato fatto nati prima di “Inseparabili”, è venuto molto dopo il similare “Le Sorelle”(Sisters) (1972) di Brian De Palma, che è un film ancora migliore di entrambi. Più un “thriller psicologico” che un film horror, “Extrasensorial” potrebbe essere inserito in un ideale sezione “suspense” nei nostri negozi dei sogni di vecchie videocassette degli anni ottanta.

Napoleone Wilson

Extrasensorial

Anno: 1983

Regia: Alberto De Martino

Cast: Michael Moriarty, Penelope Milford, Cameron Mitchell, Sarah Langenfeld, Martha Smith, Virgina McKenna, Geraldine Fitzgerald
Durata: 90 min.

VHS: PENTA

extrasensorial1982engv1 457a19128c58f9cb349ea302aefed0fb_big 0ruyJ extrasensoril-aff0 extrasensorial-1 dvd my8k3yfkc00o0iw2e3q8 lazo-mortal