Tag

,

In occasione della scomparsa del noto caratterista americano Lance Le Gault, universalmente noto al pubblico televisivo soprattutto per il suo ricorrente ruolo del Col. in “A-Team”vi parlero in suo omaggio di un titolo fra i più invisibili in Italia della sua lunga e nutrita carriera, svoltasi però quasi eslusivamente in tv.Si tratta de “Il Transatlantico della paura” secondo il titolo della lontanissima messa in onda italiana, “The French Atlantic Affair” nel titolo originale della sua prima tv, avvenuta durante tre serate del novembre 1979Una bella, buona mini-serie (anche prima che qualcuno soltanto avesse saputo che cosa fosse una mini-serie), con un sacco di colpi di scena. Piuttosto coinvolgente per una fitta trama basata sul romanzo omonimo di Ernest Lehman, l’autore anche di “North by Northwest” da cui Alfred Hitchcock  avrebbe tratto il celebre “Intrigo internazionale” . Dopo essere stato per lunghissimo tempo disponibile soltanto in una vecchia vhs NTSC, e per qualche passaggio sul canale americano TBS, è recentissimamente uscito in dvd R1 della sempre benemerita Warner Archive, su due dischi per le sue tre puntate di complessivi 294′.Uno degli aspetti meno riusciti della storia e’ l’improbabilità totale dei due intelligentissimi radioamatori i quali con le loro conoscenze superiori rispetto alla loro classe d’età, e in più le sole attrezzature radio, sono abbastanza scaltri da fare sudare chiunque dei fanatici terroristi religiosi del film.

mgras400

Un breve cenno alla trama:

Nel 1978 ai Caraibi, sulla nave francese Festivale,  nave da crociera nella realtà della Carnival,  una lancia di salvataggio è in procinto  di essere ammainata con a bordo dei feroci terroristi seguaci di un santone miliardario della setta “The Cosmic Path/Il Patto cosmico” interpretato al solito mirabilmente da Telly Savalas/”Padre” Craig Dunleavy(e ispirato alla figura di Jim Jones, era difatti freschissimo l’enorme clamore mediatico dei fatti accaduti nel celebre “Massacro della Guyana) i quali erano riusciti in una maniera triangolata ad ottenere poco prima della scadenza dell’ultimatum un ingente riscatto in lingotti d’oro stipati su di un boeing per poi poter abbandonare al loro tragico destino (seppur decisione del santone e tenuta nascosta al resto dei componenti della setta) sia il transatlantico disseminato di mine pronte ad esplodere tramite dei timer all’ora prestabilita, e sia coloro delle migliaia di passeggeri più l’equipaggio comandato dal Cap.Charles Girodt/ Louis Jourdan, che erano rimasti a bordo.Sembra una storia poco conosciuta ed infatti…non appartiene ad una vicenda terroristica svoltasi nella realtà, ma bensì ne è la trama cinematografica.”Il Transatlantico della paura”, il quale fu in parte girato con gli stessi celebri attori su navi altrettanto celebri, tra cui la Queen Mary ancorata come albergo galleggiante, nel porto di Los Angeles.

fest400

Vi riporto qui sopra l’avvenimento perchè una scena del film, girata su quella famosissima nave, ci mostra – come già detto – una scialuppa piena zeppa di attori famosi come Savalas, Carolyn Jones, Shelley Winters, e decine di comparse che dal ponte d’imbarco alto circa venti metri sul mare, stanno per essere ammainati nelle trasparenti e tiepide acque di St. Thomas alle Isole Vergini.L’intera troupe della MGM, attori, comparse e tecnici si imbarcò a Miami per una settimana nei Caraibi insieme al resto dei passeggeri e dell’equipaggio nella sua normale crociera, il quale dovette dare la massima assistenza per girare la pellicola.Vi fu una riunione alla partenza, dopo di che, con grande sorpresa del personale di bordo, nessuno della troupe chiese più niente, cioè fu dimostrata un’eccezionale professionalità: sembrava che sapessero bene dove fossero le prese elettriche o gli angoli più nascosti della nave, erano tutti  preparatissimi. L’equipaggio, oltre che assistere la troupe, soprattutto per controllare che “non rompessero niente”, prese parte anche a qualche ripresa come comparsa e questo perchè serviva  personale tecnico che fosse mischiato agli attori, così da ottenere fluide e sicure tutte le scene.fest400Il Festivale ormeggiato alla Sub-Base a St. Thomas (1978)La produzione della MGM aveva con sè – tra gli altri – delle sarte che adattavano con gli spilli  delle divise enormi anche al più mingherlino delle comparse di bordo. A parte la scena dell’ammainata della scialuppa, agli ufficiali di coperta venne chiesta un’altra supervisione: simulare la navigazione notturna sul ponte di comando, nonostante fossero le due di pomeriggio. Detto, fatto. Vennero stesi dei drappi neri sulle vetrate del ponte di comando e il luminoso pomeriggio di St. Thomas si tramutò in un momento di navigazione notturna.Quella crociera andò benissimo e la parte di passeggeri che era regolarmente in viaggio, non si sentì assolutamente disturbata dalla troupe del film, anzi, oltre a deliziarsi per lo splendido itinerario, oltre ai tantissimi e famosi attori della parte francese si divertì a vedere attori del calibro di Telly Savalas (il capo dei fanatici terroristi del quale il nostro Lance Le Gault è un fidato killer Lester Foyles, tanto da mitragliare decine di passeggeri ostaggi e gettandoli da uno dei ponti), affiancato dalla Shelley Winters/Helen Wabash (sua complice). Senza contare poi il “comandante” del Festivale,  nientemeno che il citato Louis Jourdan, poi la commissaria di bordo, Michelle Phillips/Jennie Barber, cantante e attrice, oggi l’unica sopravvissuta dei mitici “Mamas & Papas” degli anni ’60 ed infine Chad Everett/Harold Columbine, attore notissimo negli USA che impersona l’eroe positivo. Il regista è Douglas Heyes, famoso ad Hollywood per aver diretto episodi di serie TV come “Rin Tin Tin” (!), “Twilight Zone (Ai confini della realtà)”, “Magnum P.I.” e “McCloud -Uno Sceriffo a New York”, oltre a tante altre. Aveva anche scritto il libro e poi il memorabile film di John Sturges “Base Artica Zebra”(Ice Station Zebra) del 1968.

Napoleone Wilson

$(KGrHqFHJFYFEOwSFnloBRI35pVWbw~~_35

Il transatlantico della paura

Regia: Douglas Heyes

Interpreti: Telly Savalas, Shelley Winters, Richard Jordan, Lance Le Gault

Miniserie

Titolo originale The French Atlantic Affair

USA 1981.