Tag

, , , ,

In occasione della scomparsa del certamente ‘insostituibile nel panorama del cinema italiano e amico personale, Luigi “Gigi”  Magni, seppur in colpevole ritardo, non potevo non dedicargli una recensione anche in questi spazi, del suo film forse più rappresentativo, e dall’enorme successo di pubblico natalizio, nella stagione cinematografica 1969/’70. “Nell’anno del Signore” fu liberamente ispirato a un vero e proprio evento storico del “Risorgimento”,  ambientato a Roma nel 1825. Due rivoluzionari “carbonari”, il medico Leonida Montanari (Robert Hossein appena dopo “Cimitero senza croci”, sempre bravissimo) e il giovane Targhini (Renaud Verley, anche lui francese per effetto della co- produzione) nel tentativo di uccidere un traditore, vengono arrestati. Seguendo il loro calvario, veniamo a sapere che l’umile Cornacchia (Nino Manfredi, il vero protagonista del film), è segretamente il celeberrimo poeta satirico Pasquino della Roma papalina; che l’ebrea Giuditta (Claudia Cardinale), è innamorata di Montanari, e che il cardinale Rivarola (uno strepitoso Ugo Tognazzi),  è uno dei più feroci nemici dei rivoluzionari; tra i tanti affastellati personaggi un ruolo preminente l’avranno anche il capitano Nardoni (Enrico Maria Salerno), e, infine, un frate (Alberto Sordi), che si è dato il compito di assistere i prigionieri.

Nell'anno_del_Signore

“Nell’anno del Signore” poteva  sembrare, quando uscì, un film che scorreva su un crinale molto ripido e scivoloso, in quanto ritraeva un fatto reale, con un tono che oscilla dal serio al faceto, ma, per fortuna, il mix di commedia e i momenti drammatici funzionano splendidamente oggi come quarantaquattro anni fa, padroneggiati da Magni per tutto lo svolgimento del  film con il suo più genuino tono agrodolce, piuttosto che una qualsiasi pesantezza enunciatoria data dal soggetto, gravemente anti-clericale e papalino. Non fu un risultato facile da ottenere, ma Luigi Magni ci riuscì splendidamente come già nelle sue famose e di successo sceneggiature e commedie teatrali, affermandosi poi anche nelle successive opere della trilogia “papalina” quali “In Nome del Papa Re”(1977) -altro grande completo successo- , e “In Nome del Popolo Sovrano” (1990), qui purtroppo con maggiore stanchezza e rischio di un calligrafismo già di stampo televisivo, e seppur fuori dalla trilogia ma attinente per ambientazione di luogo, storica e personaggi, almeno per la splendida riduzione de “La Tosca” (1973) con Monica Vitti, Vittorio Gassmann, e tra gli altri, Gigi Proietti.

16585b_Nell-anno-del-Signore-rc-visore

In tutti i film di Magni la recitazione  di tutti è sempre stata molto solida, “Nell’anno del Signore” merita una menzione speciale per l’occasione offerta ad un brillante più che mai Nino Manfredi, che risplende di luce propria nel corale e nutritissimo cast del film con il memorabile , ma pieno di risorse carattere di Cornacchia / Pasquino, tra l’altro realmente esistito e celeberrimo personaggio, della Roma papalina; ugualmente splendido è Ugo Tognazzi come Rivarola.  Tognazzi  con molta intelligenza non resistette alla tentazione di fare di lui oltre che un personaggio viscido, un perfetto cattivo, ritraendolo al contempo in maniera schernita ma anche come di fine intelligenza, freddo e permeato persino di un po’ di tristezza esistenziale nella consapevolezza della sua negatività che verrà consegnata alla Storia.
Alberto Sordi, in una partecipazione speciale, intenzionalmente ruba la scena nella parte strepitosa del suo frate.

Manfredi_nell'anno_del_Signore

Sarei negligente se non menzionassi ancora la splendida e celebre colonna sonora di Armando Trovajoli, che contribuisce a rendere il film – e in particolare l’ultima scena – assolutamente memorabili.

“Nell’anno del Signore” usci nel 1984 in una celebre videocassetta da nolo della Domovideo. Solamente dopo già diversi anni e una sorta di dvd “bootleg” in una collana dedicata al cinema italiano dal settimanale L’Espresso nel 2003, “Nell’anno del Signore” ha goduto di un ufficiale trattamento digitale, pubblicato dalla Minerva Pictures.

Napoleone Wilson

Nell’anno del Signore

Regia: Luigi Magni

Interpreti: Nino Manfredi, Claudia Cardinale, Enrico Maria Salerno, Britt Ekland, Robert Hossein, Ugo Tognazzi, Alberto Sordi, Pippo Franco, Stelvio Rosi, Renaud Verley, Marco Tulli, Emilio Marchesini, Stefano Oppedisano

Durata 105′ min. – Italia 1969

nellanno_del_signore_nino_manfredi_luigi_magni_006_jpg_hsyr annosignore excelsior 1-11-69 lfxvUXy1es46WKB8rSH5MA6kUqf