Tag

, , , , , , ,

Dall’autrice di “The Outsiders” e “Rumble Fish”

Quello era allora … questo è adesso

Due amici cresciuti sotto lo stesso tetto. Bryon ha visto il futuro arrivare. Mark non ha mai capito cosa glielo ha impedito.

Frasi di lancio originali del film

Le crisi giovanili che formano la storia di Due vite in una (That Was Then … This Is Now/Quello era allora…Questo è adesso, il titolo originale è migliore) saranno familiari a chiunque abbia letto i libri di S.E. Hinton, o visto gli altri film più noti, adattati dai suoi libri (come I Ragazzi della 56° strada/The Outsiders e Rusty il selvaggio/Rumble Fish di Francis Coppola, entrambi del 1983). I personaggi sono quindi tipicamente dei giovani “losers”, irrequieti, che soffrono di angoscia adolescenziale o di un malessere generale semplicemente riassumibile nella loro irritabilità.

tumblr_n3og5j4WDI1qfkgweo1_1280

Come con gli altri due e ben più famosi adattamenti dai romanzi della Hinton, le esplosioni di violenza sono parte integrante della vita e la brutalità fisica è uno sfogo per tutti i disordini psichici dei personaggi.

I libri della Hinton sono stati molto popolari, almeno negli Stati Uniti, e anche se tutti e tre i film tratti hanno avuto meno successo commerciale, per gli altri due è stato forse a causa dell’eccentrico approccio esoterico e fortemente autoriale -seppure fingendo di assecondare le esigenze di un prodotto realizzato su commissione-, da parte di Coppola.

Naturalmente That Was Then non ha deviato da questo solco. È un film molto “dark”, ben diverso dai teen movie del 1985 (e anche quelli a venire).

tumblr_n3og5j4WDI1qfkgweo2_1280

La trama è abbastanza senplice: ci sono due amici di vecchia data,uno buono (Craig Sheffer), uno più incattivito dalla vita (Emilio Estevez), entrambi con i problemi tipici dell’adolescenza. Il primo sta attraversando una fase di transizione, dalla quale diverrà un uomo, il secondo non è mai maturato e finirà nei guai con la legge.

Il panico di Estevez quando vede l’amicizia frantumarsi è il nucleo principale del film. È un orfano cresciuto nella famiglia di Sheffer e sembra che non riesca a rallentare i suoi frenetici tentativi di degradare se stesso, compresi i piccoli furti, o come il “prendere in prestito” macchine e lo spacciare negli spogliatoi delle piscine. La sua idea di divertimento è far ubriacare una compagna di studi, e tagliarle i capelli mentre è mezza svenuta. Sheffer si allontana dall’amico dopo che una delle loro bravate ha ucciso accidentalmente un conoscente. L’amore per una compagna (Kim Delaney, in uno dei suoi primi ruoli) poi è la molla che lo spinge a cercare di salvarsi dall’autodistruzione del compagno di scorribande arrivando a trovarsi un lavoro umile ma dignitoso, imbustatore della spesa in un supermercato.

tumblr_n3og5j4WDI1qfkgweo3_1280

Gli attori sono tutti bravi, anche nei ruoli più piccoli. Estevez, un membro fondatore del “Brat Pack” di Hollywood, ha creduto moltissimo nel progetto scrivendone la sceneggiatura e interpretando un ruolo significativo.

Il regista Christopher Cain e il direttore della fotografia Juan Ruiz Anchia, che avevano in precedenza già collaborato in The Stone Boy (1984), hanno realizzato un buon prodotto, girato in una suggestiva Minneapolis. Un paio di sequenze sono di buon impatto, come lo skyline di notte illuminato dalle scariche dei fulmini mentre i protagonisti siedono in una macchina parcheggiata sotto ad un ponte. Purtroppo il film è fondamentalmente freddo e questo inficia un po’ il risultato. La stessa cosa che già aveva impedito a The Stone Boy di diventare un grande film, ma in quel caso si trattava di una storia di congelamento emotivo, e lo stile distanziato era appropriato.

Due vite in una avrebbe richiesto più calore, cosa che purtroppo non accade. Questo lo fa apparire più debole e schematico dei due sforzi cinematografici di Coppola, molto ma molto più incisivi e nitidamente memorabili, al confronto.

Napoleone Wilson

Il racconto è stato pubblicato per la prima volta nell’Herald, il 12 novembre 1985

Morgan Freeman è tra gli interpreti.

Nel romanzo originale, Ponyboy Curtis  personaggio de I ragazzi della 56esima strada, è presente, così come la rivalità tra i Greasers e i Socs.

Questo è l’unico adattamento cinematografico di un romanzo di S.E. Hinton nel quale non recita Matt Dillon.

Due vite in una

Titolo originale: That Was Then… This Is Now

Anno 1985

Regia: Christopher Cain

Soggetto: S.E. Hinton (romanzo)

Sceneggiatura Emilio Estevez

Fotografia: Juan Ruiz Anchia

Interpreti: Craig Sheffer, Emilio Estevez,  Jill Schoelen, Kim Delaney, Cathy Carlson , Morgan Freeman

Durata: 102 min

MV5BMjU0ZDhjZTYtODZlMy00N2I4LWFiOGMtYTg2Yzc5NGM2NTBlXkEyXkFqcGdeQXVyNzc5MjA3OA@@._V1_UY1200_CR79,0,630,1200_AL_