Tag

, , , , , , , , ,

Questo mese Malastrana ha pensato di occuparsi soprattutto di cinema spagnolo, meglio nella sua dimensione anni 70, ma, si sa, a noi piacciono sia le sorprese che i cambi repentini di umore, gli stessi che hanno mosso secoli fa le fantasie di amanti ripresi nel sacro Kamasutra. Perciò quale giorno migliore per parlare dell’erotismo, del sesso più sfrenato, se non San Valentino? Sia chiaro, a noi di Malastrana, i cuori, i cioccolatini, le promesse di amore eterno ci fanno salire il diabete e da lì il passo per le coronarie ostruite, la grande mietitrice, Non seguire la luce, Papà!!!!, e pianti, è breve. Noi siamo più tipi da tette, ci emozioniamo davanti ad un bel culo e lì possiamo esprimere al meglio il nostro gaudio, senza poemi alla Petrarca, in quel magnifico schizzo di passione che simula l’estro di un pittore andaluso.

47e2d9de_evita-andujar-stolen-selfie-16-or-ella-baila-sola-acrylic-on-canvas-80x90-cm-2018

Pittori andalusi

Perciò per meglio festeggiare San Valentino abbiamo pensato di sentire una giovane promessa del porno nella dimensione casalinga di Pornhub, uno dei siti più famosi per gli smanettoni romantici dell’amore solitario.

Sia chiaro il porno come lo conoscevamo anni fa non esiste più, le Jenna Jameson protagoniste di kolossal miliardari sui pirati hanno lasciato il posto a filmati di poche decine di minuti, a volte con una trama, a volte no, di sicuro più genuini ma anche più diretti all’uso e consumo del pubblico in frenesia di orgasmo a qualsiasi ora, senza passare per il videonoleggio.

81nwCcBHwKL._SL1495_

Un classico del cinema

Inutile rimpiangere i bei tempi, fatti di vhs e Joe D’Amato, che, come dice Battiato, non ritorneranno più: le cose si evolvono e, se non le capiamo, il problema è solo nostro. Lo stesso discorso d’altronde si potrebbe fare con Netflix: esiste un modo pieno di possibilità ad un click. Un tempo le scelte non c’erano, ora, che invece esistono, nulla ci impedisce di scaricare un Selen regina degli elefanti, ma anche di evolverci senza sembrare vecchi brontoloni che aspettano il treno in orario del Duce.

Per questo abbiamo incontrato Nyna Ferragni, misteriosa attrice di Pornhub, che conta quasi 91 milioni di visualizzazioni nei suoi video, che ha creato a suo modo un genere all’interno della piattaforma, un evoluzione del porno casalingo con le mascherine senza però le mascherine.

vlcsnap-2020-02-14-16h26m24s289

Così Nyna Ferragni, viso che si intuisce da ragazza della porta accanto, corpo scultoreo, diventa la protagonista di filmati che la vedono alle prese con situazioni da hardcore anni 80, un pagamento in natura ad un operaio, da commediola anni 70, una studentessa con una storta sedotta da un massaggiatore, ma anche solo situazioni piccanti, il tabù dell’incesto, l’amplesso mostrato nella sua variante animale senza sconti alla trama. In tutti lei appare ma non appare, la telecamera non la inquadra mai completamente in viso, così l’eccitazione si tramuta in sudicio pudore, i dettagli te lo fanno letteralmente diventare duro, senza accorgertene sei dentro la Suzanne di Cohen/De Andrè mentre “lei regge lo specchio” ovvero il gioco, qualunque forma esso abbia.

vlcsnap-2020-02-14-16h29m31s523

Nyna ha risposto alle nostre domande, ha parlato di sé, dei suoi esordi, del suo futuro, del rapporto sentimentale che la lega al compagno di giochi/vita, è apparsa come una ragazza semplice, diretta, come quell’amica che vorresti farti ma non hai il coraggio perché troppo pura, troppo bella, troppo di troppo, mentre ignori che sotto l’anima c’è della carne tremula, se solo fossi coraggioso come le tue fantasie. Di lei sentiremo parlare ancora, ne siamo certi, ma per ora possiamo crogiolarci nell’idea che a parlare della divina Nyna siamo stati i primi.

Malastrana: Immagino che Nyna Ferragni che non sia il tuo vero nome. Come hai scelto questo pseudonimo e perché? Nasce dall’incontro con la persona che fa i video con te? Immagino sia il tuo uomo.

Nyna: Il nome è una delle poche cose che non ho scelto insieme al mio compagno. Ho preso in prestito il nome “Nyna” da una delle mie attrici preferite, mentre il cognome “Ferragni” è stato un suggerimento da parte di una nostra grande amica.

vlcsnap-2020-02-14-16h56m27s005

Malastrana: Chi sei nella vita di tutti i giorni tolta la maschera da Nyna Ferragni? Non intendo ovviamente il tuo vero nome ma il tuo essere agli occhi del mondo. Sei una ragazza timida che ha bisogno della telecamera per essere se stessa?

Nyna: Diciamo che, senza maschera, sono una ragazza che è cambiata tanto proprio grazie a Nyna e a tutto il mondo che questo personaggio porta con se. Ero molto timida ma grazie al porno sono riuscita a togliermi molte inibizioni, ho lasciato cadere una corazza e ho subito una sorta di trasformazione, primariamente per quanto riguarda la sfera sessuale e intima ma piano piano si è riversato su tutti gli aspetti della mia vita.

Malastrana: Luke Ford nel saggio “Storia di XXX: 100 anni di sesso nei film” scriveva “Per quale ragione ho scritto questo libro? Per affrontare i miei due più grandi interessi – me stesso e il mondo. Esplorando il porno esploro me stesso. Esploro fantasie che raramente esprimo. E comprendendo tali fantasie mi sento più in pace e capisco meglio l’umanità”. Sei d’accordo con questa affermazione?

Nyna: Io non solo esploro me stessa attraverso il porno, ma è un modo per mettermi in gioco ogni giorno, un mezzo per riuscire a comprendermi e comprendere ancora meglio la persona (il mio compagno) che ho accanto e che mi accompagna da 6 anni nella vita privata e in questo mondo.

vlcsnap-2020-02-14-16h56m46s028

Malastrana: Trovo interessante il tuo escamotage di apparire in video con il volto non celato da una maschera ma nascosto da arzigogoli strani e geniali, il cappello, i capelli, il braccio sul viso, una variante meno squallida delle mascherine usate nei porno anni 80. Credo che questo nasca soprattutto dal desiderio di preservare la tua privacy, ma come farai se la tua carriera avrà un picco e diventerai famosa oltre pornhub. Ci hai mai pensato?

Nyna: Abbiamo dovuto girare intorno al fatto di non mostrare il volto cercando però di non eliminare completamente il viso come fanno altre coppie sul sito in quanto riteniamo che non sia molto artistico. Trovando queste soluzioni alternative riteniamo che i video preservino un po’ di personalità e passione. La scelta di mantenere la privacy nasce dal fatto che abbiamo altri progetti a cui stiamo lavorando e non abbiamo ancora ben chiaro come evolveranno. Lo scoprirete solo continuando a seguirci 😊

vlcsnap-2020-02-14-16h57m14s012

Malastrana: Girerai video al di fuori della tua vita sentimentale con altri partner o con situazioni diversificate tipo il lesbo, gang bang o triangoli?

Nyna: Tra i vari progetti futuri, abbiamo intenzione di aggiungere un’altra persona nelle nostre scene, anche se la gelosia reciproca ce lo impedisce momentaneamente 😛

Malastrana: Il termine pornografia viene dal latino, porne, prostituta, grapheim, scrivere, e significa letteralmente “scrivere delle puttane”. Tu nel fare i tuoi video ti senti una puttana? Puttana nel senso di mercenaria ovvero qualcuno che vende il suo corpo, o la visione del suo corpo, in cambio di denaro o hai una visione più artistica del tuo lavoro?

Nyna: Non mi piace pensarmi come una puttana nel senso dispregiativo del termine. Non vendo il mio corpo, mi piace pensare invece che vendo attimi di felicità e fantasie alle persone che mi guardano. Momenti di evasione dai problemi e dalla noia che ci sono nella vita reale. Mi piace essere vista come donna o ragazza ideale ed essere d’ispirazione per le coppie che mi seguono.

vlcsnap-2020-02-14-16h57m45s861

Malastrana: Come nascono i tuoi video? Come sono pensati? Trovo davvero diversi i tuoi lavori rispetto ad altre modelle hard su pornhub perchè esiste un tentativo di trama, pur se blando, in un contesto pornografico. Joe D’Amato diceva che “l’eccitazione viene creata dalla situazione” e nei tuoi video c’è una varietà interessante, dalla studentessa con un infortunio alla gamba, alla ragazza che ripaga il lavavetri con il suo culo, ad accenni di incesto simulato tra madre e figlio. Esiste quindi una fase di scrittura prima di girare tra te e il tuo uomo?

Nyna: Per quanto riguarda alcuni video, volendo differenziare i nostri contenuti, prima di passare all’azione c’è la preparazione della sceneggiatura che comprende la scelta dell’outfit, delle riprese, della trama necessari per la realizzazione del video vero e proprio. Altri dei nostri video invece, ritraggono la nostra intimità più spontanea quindi ci basta accendere la videocamera ed essere noi stessi.

vlcsnap-2020-02-14-16h27m26s047

Malastrana: Com’è il tuo rapporto con i fan? Cosa ti chiedono? Quante persone seguono adesso Nyna Ferragni e com’è cresciuta la tua fama dal tuo primo video? Ho visto oltretutto che c’è una parte nella tua pagina di pornhub con un fan club e dei video a pagamento. In cosa cambiano da quelli gratuiti pur essendo gli stessi?

Nyna: I fan sono molto importanti in quanto, dai loro suggerimenti, nascono nuove idee per i nostri video e miglioramenti dati dalle critiche costruttive. Essendo seguita da oltre 120k subscribers non riesco a rispondere sempre a tutti i messaggi che mi arrivano e lì nasce il fan club, dove, in cambio di una piccola quota mensile, si avrà la priorità sui messaggi e, inoltre, si ha accesso a video e foto eslusivi. La maggior parte dei fan mi scrive per complimentarsi oppure per chiedere consigli sulla vita sessuale. I video a pagamento (quindi solo per gli utenti Premium di PornHub) possono essere esclusivi oppure possono essere delle versioni più lunghe (quindi con contenuti inediti) rispetto a quelli gratuiti.

Malastrana: Hai qualche fantasia che non sei mai riuscita a rendere vera?

Nyna: Tante fantasie ma, quella più grande, comune forse a tantissime donne, è quella di avere un’esperienza con una persona del mio stesso sesso. Aspetto ancora la ragazza giusta per me 😛

vlcsnap-2020-02-14-17h02m18s766

Nyna ci saluta! “Ciao Malastrani!”

Nyna Ferragni e i suoi video li potete trovare a questo indirizzo: https://it.pornhub.com/model/nyna-ferragni

poi fateci sapere come vi è sembrata questa ragazza. Sempre ovviamente che non siate impegnati a lustrare la vostra balaustra in ricordo degli anni passati di naja o sfiorarvi l’America, come diceva la Nannini. D’altronde davanti ad una bella donna la fantasia si accende e si diventa pirati e marinai in quell’oceano senza fine, inesplorabile e senza freni che ci fa dimenticare per un istante tutto, anche l’ultimo orizzonte che il guardo esclude.

Vai Lucio con la sigla!